CesarePozzo è il gestore del Piano sanitario integrativo per i dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato: questa condizione permette di intervenire a favore di tutti i ferrovieri già soci prima dell’attivazione del Piano sanitario, apportando modifiche e ampliamenti sia per il socio che per i familiari nelle proprie forme di assistenza ordinarie.

CONTINUITA’ DI TUTELE SANITARIE

Con l’istituzione del Piano sanitario di categoria, i nostri soci ferrovieri già in precedenza titolari delle forme di assistenza Tutela Globale e Prima Tutela, ed anche eventualmente delle aggiuntiveSalute Più, Salute Single e Tutela Figli, trovano ad oggi alcune prestazioni presenti sia nel Piano sanitario di categoria sia nelle tutele sottoscritte con adesione individuale.
Queste sono:

  • i grandi interventi chirurgici,
  • l’assistenza domiciliare sanitaria,
  • l’alta diagnostica e l’alta specializzazione,
  • i ticket.

Per superare la presenza di queste doppie prestazioni (per le quali comunque è possibile chiedere il rimborso ad un solo soggetto: utilizzando il piano sanitario o fruendo dei sussidi delle forme di assistenza di CesarePozzo), le forme di assistenza Tutela Globale, Prima Tutela, Salute Più, Salute Single e Tutela Figli sono state modificate sostituendo le prestazioni ora presenti nel Piano sanitario aziendale con altre e nuove forme di rimborso, accrescendo le tutele per i familiari e per il lavoratore stesso.

Queste modifiche sono già in vigore senza alcuna interruzione delle tutele; il nostro socio non deve produrre nessuna documentazione e i sussidi per le nuove prestazioni si possono chiedere da subito senza carenze temporali. Da ultimo, ma non meno importante, tutte le quote associative rimangono invariate.

Le forme di assistenza “revisionate” per i tutti i ferrovieri già soci di CesarePozzo da prima del Gennaio 2013 hanno ora queste denominazioni: Tutela Globale Extra, Prima Tutela Extra,  Salute Più Extra, Salute Single Extra e Tutela Figli Extra.

Nelle pagine di questa sezione sono presentate le novità introdotte in queste forme di assistenza (sono le parti evidenziate in giallo).

Le modifiche e novità introdotte sono state ponderate anche sulla base di un sondaggio svolto con un gruppo di nostri soci ferrovieri, diversificato per età e per residenza geografica, con il quale si è verificato quali fossero le aspettative maggiori e le integrazioni preferite.

COSA CAMBIA IN CONCRETO

Il dipendente ferroviere chiederà d’ora in poi il rimborso per spese sanitarie relative a grandi interventi chirurgici, assistenza domiciliare sanitaria, alta diagnostica e alta specializzazione (vedi l’elenco nella Guida Operativa del Piano sanitario per i ferrovieri), i ticket utilizzando il Piano sanitario aziendale, mentre questi rimborsi per i familiari continuano a rimanere nelle forme di assistenza ordinarie di CesarePozzo, e anzi sono aumentate le coperture.

Infatti per tutti i familiari vengono ora rimborsati anche i costi della quota fissa ricetta presente nel ticket, mentre per il socio viene inserita l’ecografia tra le prestazioni che si possono effettuare in forma diretta, viene erogata la diaria per infortunio sul lavoro ed extra lavoro dal 30esimo giorno e non più dal 60esimo, si inserisce (non è previsto in Tutela Globale) il rimborso per cicli di cure riabilitative a seguito di infortunio, e il rimborso per il cambio delle lenti ogni 2 anni senza variazione di diottrie (prima era ogni 4), mentre rimane sempre 1 anno per i ragazzi fino a 12 anni d’età.

In sostanza, il socio lavoratore continua ad avere le prestazioni garantite dal Piano sanitario, mentre per sé e per i famigliari aumentano le tipologie di sussidio.

La Professionale, importante tutela per chi opera nel settore dei trasporti, rimane gratuita.

UNA VERA TUTELA COMPLETA PER IL LAVORATORE E LA SUA FAMIGLIA

Come abbiamo già anticipato in precedenti comunicazioni inviate ai Soci tramite il giornale sociale Il Treno, lettere a domicilio e circolari sul sito www.mutuacesarepozzo.org, il Piano sanitario e le forme di assistenza ordinarie di CesarePozzo coesistono tra di loro.

Si realizza di fatto una importante integrazione tra quanto garantisce il Piano sanitario aziendale e le forme di assistenza sottoscritte da tempo dai nostri soci ferrovieri.

In questa sezione dedicata raccogliamo alcuni materiali che riassumono il peso della partecipazione dei soci ferrovieri alla nascita e sviluppo di CesarePozzo.