In relazione ai procedimenti penali sorti a seguito della denuncia – querela presentata da amministratori, consulenti e dipendenti della Società nei confronti dell’ex Presidente e dell’ex direttore generale, è opportuno precisare quanto segue.
 
In data 11 febbraio 2022 il Giudice dell’Udienza Preliminare presso il Tribunale di Milano disponeva il rinvio a giudizio di Ferdinando Matera, Armando Messineo ed Emanuele Attivissimo per i reati di associazione per delinquere, appropriazione indebita e infedeltà patrimoniale loro ascritti dinnanzi il Tribunale di Milano, sezione VI penale, con prima udienza fissata per il 13 aprile 2022.
 
In pari data, all’esito del rito abbreviato richiesto dagli imputati, il Giudice condannava il signor Fausto Lopez alla pena di anni tre mesi quattro di reclusione, e i signori Christian Madeo e Marco Reviglio alla pena di anni due mesi otto di reclusione. Al contempo, il Giudice applicava su richiesta delle parti (c.d. patteggiamento) la pena di anni due di reclusione nei confronti di Luc Roger.
 
Il Giudice condannava gli imputati Fausto Lopez, Christian Madeo e Marco Reviglio al risarcimento dei danni cagionati alle parti civili, tra cui la Cesare Pozzo, da liquidarsi in separato giudizio; disponeva, però, una provvisionale immediatamente esecutiva pari a euro 50.000,00 a favore della Società.
 
Nelle scorse settimane, inoltre, veniva notificato agli indagati l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nel filone processuale avente a oggetto le ipotesi di truffa pluriaggravata, abusivismo finanziario, infedeltà patrimoniale e corruzione tra privati.
 
La vicenda è quella relativa alla sottoscrizione delle obbligazioni lussemburghesi per euro 15.000.000, e vede indagati una serie di soggetti che hanno ideato e collocato gli strumenti finanziari, in concorso con l’ex direttore generale della Società nei cui confronti sono state elevate accuse di corruzione tra privati e infedeltà patrimoniale.
 
In questo filone processuale la Società riveste la qualifica di persona offesa dal reato, e provvederà a costituirsi parte civile non appena processualmente possibile – in udienza preliminare.