La sede regionale Calabria della Mutua sanitaria Cesare Pozzo pochi giorni fa ha terminato la raccolta di generi di primo soccorso e beni alimentari da inviare rapidamente in soccorso della popolazione ucraina che ormai da circa un mese si trova a vivere in territorio di guerra.

Grazie alla raccolta effettuata nelle sedi di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza, infatti, CesarePozzo ha sostenuto concretamente l’iniziativa delle associazioni calabresi consegnando i beni raccolti dai Soci presso i diversi locali della protezione civile presenti sul territorio.

CesarePozzo da anni è al lavoro con associazioni di caratura internazionale come Medici senza Frontiere e Medici con l’Africa CUAMM per portare il suo messaggio di solidarietà alle popolazioni più a rischio con azioni concrete. La scelta di aderire alla raccolta fondi in Calabria al fianco dell’associazione associazione Eureka di Lazzaro conferma l’impegno costante anche in questi giorni particolarmente difficili per l’Europa ed in particolare per le genti ucraine: 50 scatoloni di prodotti, per lo più medicinali, raccolti in pochi giorni rappresentano un piccolo ma importante aiuto concreto in linea con i valori della Società.

Nei prossimi giorni la Mutua continuerà ad operare sul territorio contando, come sempre, sul sostegno di tutti i Soci e delle loro famiglie.