La Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo, fondata nel 1877, è la più grande tra le realtà italiane che operano nel campo della mutualità sanitaria integrativa. CesarePozzo è al fianco di 400mila persone in tutta Italia: ai 155 mila soci e ai loro familiari offre un aiuto quotidiano a tutela della salute e un sostegno concreto in caso di bisogno.

CesarePozzo fornisce assistenza a integrazione e sostegno del Servizio sanitario nazionale, contribuendo a garantire il diritto alla salute e l’universalità delle cure. La normativa di riferimento è la L. 3818/1886 sulle società di mutuo soccorso, modificata nel 2012 per meglio rispondere alle necessità del presente. Le mutue, inoltre, sono a pieno titolo enti del Terzo settore secondo quanto stabilito dal relativo Codice (D. Lgs 117/2017).

CesarePozzo significa solidarietà, esperienza, affidabilità e solidità per tutti i cittadini che si iscrivono individualmente, ma anche per imprese e lavoratori. CesarePozzo, infatti, gestisce anche fondi sanitari integrativi e coperture collettive aziendali originati da contratti collettivi, accordi o regolamenti aziendali ai sensi dell’art 51. TUIR DPR 917/86.

Scopo e principio fondativo di CesarePozzo è la mutualità, intesa come aiuto solidale e reciproco. Ogni singolo socio riceve assistenza grazie alle quote versate da tutti gli altri: al momento del bisogno, le risorse vengono ridistribuite con l’erogazione di sussidi e prestazioni. Le somme versate dal singolo, gestite con efficienza e trasparenza, non rappresentano quindi il corrispettivo di un’attività economica, ma l'espressione di una sua partecipazione alla solidarietà generale.

CesarePozzo non ha fini di lucro; gli eventuali avanzi di gestione sono accantonati per garantire solidità economica ed erogare servizi e prestazioni sempre migliori. La governance è basata sulla partecipazione democratica dei soci.

Tutti possono aderire, indipendentemente dalle condizioni professionali, sociali e di salute. L’assistenza di CesarePozzo è per tutta la vita: i soci possono esercitare il diritto di recesso, ma nessuno può essere escluso per motivi anagrafici o di salute.
La continua ricerca di servizi di qualità, sempre più rispondenti ai bisogni emergenti dalle trasformazioni sociali ed economiche di questi anni, consente a CesarePozzo di proporre soluzioni adeguate e non onerose sia ai singoli soggetti, sia alla collettività.